Rifiuti, Raggi: “Scoperti 30mila scrocconi della spazzatura”

Trentamila “scrocconi della spazzatura”. Trentamila “utenze fantasma” dislocate nel VI e nel X municipio che non pagano la tassa sui rifiuti. Ne dà notizia Virginia Raggi nel settimanale di informazione istituzionale ‘La sindaca informa’. “Si tratta di utenze domestiche finora sconosciute che l’Ama ha scoperto grazie al nostro piano di raccolta “porta a porta” avviato nei Municipi VI e X” scrive.

Secondo i dati riportato dal Campidoglio il 34% delle persone censite nel VI Municipio non paga la tassa sui rifiuti. In totale circa cinquantamila persone “una città come Siena o Benevento, ‘scroccavano’ le bollette”.

“Un malcostume” attacca Raggi “un’ingiustizia sulle spalle dei cittadini onesti e un danno per la città con la perdita netta di 8,8 milioni di euro l’anno che non entrano nelle casse del Comune. Milioni di euro che potrebbero essere spesi per dare più servizi ai cittadini. Un’assurdità a cui stiamo mettendo la parola fine. Per questo stiamo riorganizzando tutta la raccolta a Roma. Così come è già successo nel quartiere ebraico dove abbiamo avviato la nuova raccolta hi-tech e porta a porta: abbiamo raggiunto l’85% di differenziata. E a breve partiremo con San Lorenzo e Trastevere”.

In collaborazione con:

 romatoday

Commenti