Formula E: chiusure e deviazioni

Meno due. Mancano infatti soltanto quarantotto ore dall’avvio dell’atteso Gran Premio dell’Eur. Da giorni l’allestimento del circuito è entrato nel vivo. E progressivamente sono state interdette alla viabilità ed alla sosta numerose strade. Di sicuro l’impatto maggiore sulla viabilità, lo si avrà con il divieto di percorrere la Colombo.

La chiusura della Colombo

Da via Laurentina a viale dell’Oceano Atlantico, la Cristoforo Colombo diventa off limits. Il divieto entra in vigore alle ore 20,30 di giovedì 12 aprile e prosegue fino all’alba di lunedì 16. Alle centinaia di migliaia d’automobilisti che ogni giorno percorrono quel tratto della Colombo, non rimane che ripiegare sulle strade alternative.

Direzione GRA

Chi provenendo dal Centro si dirige verso il Raccordo Anulare, può prendere la via Ardeatina, magari passando dietro piazza dei Navigatori o da via di Grotta Perfetta. Vista la particolare situazione viene garantita  anche la possibilità di svoltare a sinistra della Colombo per la via Laurentina. In alternativa si può ricorrere al viadotto della Magliana.

Direzione Centro

Per chi mettendosi alle spalle il Raccordo Anulare fosse abituato a prendere la Colombo per raggiungere il Centro si offrono diverse alternative. L’Ardeatina rappresenta sicuramente un’opzione valida. Inoltre sono percorribili viale dell’Oceano Atlantico, la via del Mare e l’Ostiense.

Chiusa l’uscita Pontina

In tema di viabilità conseguenze importanti saranno causate anche dalle chiusura dell’uscita  GRA Pontina direzione Eur/Roma centro. Il divieto, che vale sia per la carrggiata interna che per quella esterna del Raccordo Anulare, è valido solamente per la mattinata di venerdì 13 aprile. La fascia oraria interessata da questa decisione è quella compresa tra le 6,30 e le ore 12.

Un grande cantiere

L’arrivo dell’E Prix sta radicalmente cambiando l’assetto viario dell’Eur. Sul sito della Formula E, le modifiche sono state annunciate con ampio anticipo ed il cronoprogramma degli interventi è stato rispettato. Resta comunque un quartiere la cui  viabilità, nelle ultime ore, sta profondamente mutando.

Difficile anche per i pedoni

La chiusura degli archi che collegano l’area museale con quella congressuale, inevitabilmente isola l’area di piazzale Kennedy. Lì sono in allestimento tribune e pit-lane, ragione per cui l’accesso è attualmente off limits. In verità tutto quel tratto somiglia ad un operoso cantiere ed in mezzo alle transenne diventa complicato anche per i pedoni, in assenza di un’opportuna segnaletica, capire dov’è consentito camminare.

Meglio usare la metro

La situazione della viabilità, come premesso, subirà un definitivo stravolgimento con il divieto di percorre la Cristoforo Colombo. Ma anche prima del 12 aprile, il progressivo accrescere dei divieti di sosta, qualche problema agli automobilisti lo ha creato. Soprattutto a quei lavoratori che operano nella zona del Colosseo Quadrato (per i divieti su via Ciro il Grande), in quella del Palazzo dei Congressi e per i professionisti che operano nella zona viale Asia. Per tutti loro, da questo momento in poi, è consigliabile raggiungere il quartiere utilizzando le fermate della linea metropolitana B.

In collaborazione con:

 romatoday

Commenti