Campo Testaccio, Frongia: “Pronti a delibera per escluderlo dal Pup”. E la bonifica promessa? „

Today 1-dsr

Campo Testaccio non farà più parte del Piano urbano parcheggi. A un anno e mezzo dalla sentenza del Consiglio di Stato che ha fatto decadere il progetto previsto sull’area, il Campidoglio sta preparando le carte per l’atto finale che consentirà alla struttura sportiva di tornare nelle competenze comunali. Di martedì 14 febbraio la nota inviata dall’assessore Daniele Frongia alla titolare alla Mobilità Linda Meleo e al presidente di commissione Enrico Stefano: “Vi chiedo di valutare la predisposizione di una delibera ad hoc che preveda l’espunzione del campo testaccio dal Pup e che consenta all’area di rientrare nella disponibilità del dipartimento Sport e Politiche giovanili”.

E’ una mossa necessaria per farlo rivivere dopo anni di abbandono. Ma non quella attesa, nell’immediato, per salvarlo dall’emergenza degrado. Ricordiamo che Frongia, convocato prima di Natale dagli amministratori del I municipio, aveva preso l’impegno per un intervento in merito, ma non solo per le misure a lungo termine. Nel campo che fu dell’As Roma urge una bonifica. E lo stesso assessore aveva promesso di effettuarla, insieme a un’operazione di messa in sicurezza, tramite un’ordinanza della sindaca Raggi, unico strumento per agire il più tempestivamente possibile.

“Stiamo studiando il provvedimento insieme al sindaco Raggi, all’assessore Meleo e al delegato alla Sicurezza, Cardilli” dichiarava l’allora vicesindaco il 23 dicembre. A quasi due mesi di distanza però non si sa niente di quel provvedimento. E interpellata a proposito la presidente dem Sabrina Alfonsi non nasconde il suo disappunto: “Non hanno fatto ancora nulla per quanto riguarda la fase emergenziale, nella nota di Frongia non si fa minimamente riferimento alla bonifica. E’ una’area di cantiere”. E comunque, anche il sollecito per la delibera che consentirà l’espunzione dal Pup, “arriva dopo due mesi dagli impegni presi. Siamo di fronte all’ennesimo esempio di immobilismo di questa amministrazione comunale”.

Stessi toni anche dai presidenti della commissione Lavori Pubblici e Politiche sociali e sport, Stefano Marin e Claudia Santaloce. “E’ una situazione di emergenza in termini di salute e sicurezza. E’ piano di rifiuti, occupato da senzatetto, accanto a un asilo nido. Aveva assicurato che era il primo passo. Per quale ragione non si è andati nella direzione promessa? Siamo pronti a iniziative con cittadini e associazioni sul posto”. Intanto è stata convocata una commissione congiunta per venerdì 24 febbraio. All’ordine del giorno il punto su campo Testaccio, invitati l’assessore Frongia e il presidente della commissione capitolina Personale, Statuto e Sport, Angelo Diario.

In collaborazione con:

 romatoday

Share on Facebook0Tweet about this on TwitterGoogle+0Pin on Pinterest0

Commenti