ON AIR

Dimensione Suono Roma
Nightlife

Ascolta la diretta

Autorecupero Via dei Lauri: “Dal 2008 aspettiamo le nostre case. M5S disponibile? Vogliamo i fatti”

notizie-3_0000_Layer 2

Terminare presto i lavori. Dopo l’occupazione da parte di un gruppo di famiglie fuggite nottetempo dal campo di via di Salone, si sono riaccesi i riflettori sulla palazzina di via dei Lauri, a Centocelle. E i legittimi assegnatari, soci della cooperativa Inventare l’Abitare, bussano alle porte del Campidoglio. I 23 appartamenti, infatti, sono stati ricavati da un’ex scuola grazie a un progetto di autorecupero avviato dopo un bando comunale risalente al lontano 2002. Da allora il cantiere della ditta incaricata di effettuare i lavori si è fermato più volte trascinando la conclusione del progetto fino ad oggi. Gli appartamenti, in edilizia convenzionata, sarebbero dovuti essere assegnati nel 2008 e invece oggi, al termine del 2017, a quasi dieci anni di distanza non sono ancora finiti.

Mercoledì alle 18.30 una delegazione di soci della cooperativa Inventare l’Abitare è stata convocata dall’assessora alle Infrastrutture, Margherita Gatta. Un appuntamento che arriva dopo la richiesta di incontro ‘liquidata’ questa mattina. “Ricordo che abbiamo vinto un bando e che è un nostro diritto veder terminati i lavori” spiega a Romatoday Dario Biagetti. “E speriamo che si arrivi presto a una soluzione anche per altri progetti di autorecupero, ancora oggi fermi”. Il riferimento è al progetto di via di Grottaperfetta 315: vinto il bando nel 2001, case da assegnare entro il 2007, non è ancora stato terminato. Ma anche ad altri sei progetti, portati a termine e abitati, “per i quali il Comune non ha mai terminato l’iter burocratico per la regolare assegnazione”.
Così, la nota delle assessore Gatta e di quella alle Politiche Abitative, Rosalba Castiglione, in cui si annunciava, “siamo decisi a mettere fine alle incertezze e ai disagi di queste famiglie”, non è stata accolta positivamente dalla cooperativa. “Non capiamo dove si manifesti l’elemento di discontinuità con le giunte precedenti grazie alle quali con il meccanismo di rinviare ad oltranza gli impegni presi tanto da arrivare dal lontano 2003 ad oggi con i lavori di ristrutturazione non ancora conclusi” hanno scritto in una nota. La disponibilità, in sintesi, si richiede sul campo: “Il nostro auspicio è che tanta disponibilità plateale venga dimostrata nei fatti”.

Nella nota le assessore scrivevano: “Con la Cooperativa Inventare l’Abitare abbiamo instaurato da ottobre un importante dialogo per riavviare i lavori sugli ultimi stabili ancora incompiuti. Gli uffici dei Dipartimenti coinvolti hanno già esaminato le problematiche e definito le soluzioni” riporta la nota. “L’immobile di via dei Lauri è vicino alla consegna, mentre nei prossimi giorni fisseremo, come d’accordo, un nuovo incontro con la cooperativa per proseguire il confronto su un altro stabile interessato dall’autorecupero. Siamo decisi a mettere fine alle incertezze e ai disagi di queste famiglie”. Poi hanno aggiunto: “Stiamo agendo con determinazione per aiutare le cooperative di autorecupero che oggi si trovano in grande difficoltà per i progetti avviati con le precedenti Amministrazioni, colpevoli di averle letteralmente abbandonate”.

In collaborazione con:

 romatoday

Share on Facebook0Tweet about this on TwitterGoogle+0Pin on Pinterest0

Commenti